appianoandrea@gmail.com

LA REGIONE RILANCIA GLI INVESTIMENTI A SOSTEGNO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE E PER LA CURA DEL TERRITORIO

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedin
image_pdfimage_print

Nella seduta di giovedì 28 giugno l’Aula di Palazzo Lascaris ha approvato il disegno di Legge regionale n. 296, “Disposizioni urgenti in materia di Bilancio di previsione finanziario 2018-2020”, di cui sono stato relatore di maggioranza.

Si tratta di una norma molto significativa per il rilancio degli investimenti pubblici e per la salvaguardia di alcuni asset strategici come il trasporto pubblico locale e i servizi di politica del lavoro.

Di seguito sono riportati i principali ambiti di intervento.

Investimenti per manutenzione e cura del territorio. La cifra complessivamente stanziata ammonta a 170 milioni di euro per il biennio 2018-2019. Nel dettaglio, 136 milioni (61 milioni di risorse regionali a cui si aggiungono 75 milioni messi a disposizione dallo Stato attraverso il Fondo di sviluppo e coesione) saranno interamente dedicati al ripristino ambientale, alla messa insicurezza dal rischio di dissesto idrogeologico e al rifacimento di strade dissestate. Ulteriori risorse verranno dedicate all’edilizia scolastica (12 milioni) e a interventi in ambito culturale e turistico (8 milioni). 13 milioni saranno invece destinati allo scorrimento della graduatoria relativa alla legge regionale 6/2017: si tratta di fondi per la realizzazione di opere pubbliche di cui beneficeranno i 260 Comuni che, nella stesura della graduatoria, hanno ottenuto almeno 5 punti.

Interventi di Finpiemonte a sostengo dell’economia regionale. Attraverso la sua finanziaria, Finpiemonte, la Regione mette 200 milioni di euro a disposizione delle attività economiche e produttive piemontesi. Gli interventi privilegeranno, in particolare, lo sviluppo dell’industria, delle piccole e medie imprese, del commercio e dell’artigianato (141 milioni), il turismo (18 milioni) e il lavoro e la formazione professionale (13 milioni). Nei medesimi ambiti, inoltre, Finpiemonte interverrà con capitali propri per un totale di 158 milioni di euro.

Trasporto pubblico locale. Con la nuova norma, la Regione destina 40 milioni di euro al salvataggio di GTT. Queste risorse saranno pressoché interamente trasferite alla Città di Torino per la definizione dei debiti pregressi dell’azienda.

Centri per l’impiego. La Regione, con l’approvazione della legge, è interviene infine a riordinare la normativa regionale in materia di politiche attive del lavoro (l.r. 34/2008), attribuendo all’Agenzia Piemonte Lavoro nuovi compiti in materia di servizi per l’impiego e confermando la sua natura giuridica pubblica. Inoltre, la legge introduce una norma di salvaguardia a garanzia del personale a tempo indeterminato e per la stabilizzazione degli operatori precari dei Centri per l’impiego.


La mia relazione in Consiglio regionale